Cosa scrivere quando si invia un curriculum? Una Mini-Guida

Cosa scrivere quando si invia un curriculum? Una Mini-Guida

La lettera di presentazione che accompagna il CV, rivolta ad aziende che hanno sempre meno tempo per vagliare nuove candidature, è fondamentale per dare da subito un’ottima impressione ai soggetti a cui inviate la vostra autocandidatura: deve, insomma, essere capace di suscitare curiosità, al fine di invogliare potenziali datori di lavoro alla lettura del CV. Ecco quali sono gli errori da non fare e i consigli su cosa scrivere quando si invia un curriculum.

Quindi cosa scrivere quando si invia un cv?

Quando invii il curriculum devi scrivere una lettera di presentazione. La lettera di presentazione invii per posta elettronica non deve mai essere un allegato da aprire, bensì deve costituire il corpo dell’email. Si tratta infatti di una presentazione e può essere considerato una sorta di biglietto da visita che ha il compito di invogliare chi di dovere ad aprire il curriculum vitae, questo sì inviato come allegato. A proposito: mai scrivere il curriculum nel corpo dell’email.

A ogni azienda la sua lettera di presentazione

Se il curriculum vitae rimarrà pressoché invariato, ogni lettera di presentazione deve invece essere scritta ‘su misura’. Chi la scrive deve infatti tenere conto dell’azienda a cui si rivolge, sottolineando di volta in volta le caratteristiche più adatte al lavoro per cui si candida. A tal proposito, la velocità del web non deve essere un incentivo per l’invio a pioggia di lettere e CV generici: meglio mandare cinque candidature ben studiate e personalizzate che cento tutte uguali, le quali verrebbero subito cestinate.

Meglio essere sintetici e chiari

A differenza della lettera di presentazione stampata su foglio A4, quella inviata tramite email deve essere più sintetica: al giorno d’oggi le aziende hanno infatti poco tempo a disposizione per vagliare le candidature. Occorre dunque un linguaggio chiaro, che vada direttamente al punto senza tanti giri di parole, senza virtuosismi linguistici e con un corretto uso di formattazione e grassetto. Per rendere la lettura più agevole, meglio dividere in paragrafi.

 testo-mail-per-invio-cv

Le motivazioni sono importanti

Una lettera di presentazione deve spiegare quali sono le motivazioni che spingono il candidato a proporsi in una determinata azienda, facendo capire anche perché l’azienda stessa vi dovrebbe assumere. Per questo, non bisogna mai scrivere di aver bisogno di lavorare a tutti i costi, elencando magari passate disavventure professionali: non vi state rivolgendo a un ente di beneficenza e l’azienda vi assumerà solo se intravede talento e capacità da sviluppare.

Non ripetere quello che è scritto nel cv

La mail di presentazione e il CV sono due cose ben distinte. Per questo hanno caratteristiche diverse, per quanto riguarda il contenuto. Per questo, nella lettera di motivazione è bene non elencare titoli di studio e passate esperienza professionali, perché altrimenti l’azienda non avrebbe la curiosità di leggere il curriculum. Meglio parlare, ad esempio, di flessibilità, mentalità aperta, disponibilità a viaggiare e a eventuali trasferimenti.

Insomma, per sperare di avere successo nell’invio di una candidatura, è opportuno sapere cosa scrivere quando si allega un curriculum: la mail di presentazione, che deve essere chiara, sintetica e non ripetitiva, è infatti importante quanto il CV stesso. Se non di più.

 

 

2019-01-17T13:48:36+00:00